immagine mani


Il Decreto ministeriale del 10 dicembre 2019, che ha stabilito le modalità di raccolta delle Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), comunemente definite "testamento biologico" o "biotestamento", prevedeva che i comuni potessero predisporre l’elenco nominativo delle persone che hanno espresso delle DAT antecedentemente al 1 febbraio 2020 ed inviarlo entro il 31 marzo.

ll termine del 31 marzo 2020 è un temine ordinatorio e non prevede alcuna sanzione per l'ente locale.

I Comuni che, a causa della situazione di emergenza Covid-19, non hanno potuto trasmettere gli elenchi nominativi delle DAT entro il 31 marzo, potranno trasmettere i dati anche dopo questa data, cercando di effettuare tale trasmissione sollecitamente, appena le condizioni operative lo consentiranno.

Per approfondire consulta la pagina Banca dati delle DAT

Consulta le notizie di

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica:

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 8 aprile 2020, ultimo aggiornamento 8 aprile 2020