La FIFA (Fédération Internationale de Football Association), l'OMS (Organizzazione mondiale della sanità) e la Commissione europea hanno unito le forze per lanciare la campagna #SafeHome per sostenere donne e bambini a rischio di violenza domestica. La campagna è una risposta congiunta delle tre istituzioni ai recenti picchi nelle segnalazioni di violenza domestica in quanto misure di soggiorno a domicilio per prevenire la diffusione di COVID-19 hanno messo a rischio maggiore donne e bambini.

Quasi una donna su tre in tutto il mondo subisce violenza fisica e/o sessuale da parte di un partner intimo o violenza sessuale da parte di qualcun altro nella sua vita. Nella maggior parte dei casi, la violenza è commessa da un partner nella propria casa - in effetti, fino al 38% di tutti gli omicidi di donne è commesso da un partner intimo. Si stima inoltre che un miliardo di bambini di età compresa tra due e diciassette anni (o metà dei bambini del mondo) abbiano subito violenza fisica, sessuale o emotiva o abbandono nell'ultimo anno. 

Ci sono molte ragioni per cui le persone perpetrano la violenza domestica, tra cui la disuguaglianza di genere e le norme sociali che giustificano la violenza, le esperienze di abuso infantile o l'esposizione alla violenza e il controllo coercitivo che cresce. L'uso dannoso di alcol può anche scatenare la violenza. Situazioni stressanti, come quelle che si verificano durante la pandemia COVID-19 e l'instabilità economica, aggravano il rischio. Inoltre, le attuali misure di allontanamento in atto in molti paesi rendono più difficile per donne e bambini contattare familiari, amici e operatori sanitari che potrebbero altrimenti fornire sostegno e protezione.

"Proprio come la violenza fisica, sessuale o psicologica non ha posto nel calcio, non ha posto in casa". ha dichiarato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità. “Siamo così contenti che i nostri partner oggi si uniscano a noi per attirare l'attenzione su questo problema critico. Dato che le persone sono isolate a casa a causa di COVID-19, i rischi di violenza domestica sono stati tragicamente aggravati ”.

Scarica

Guarda i video sul sito dell'OMS

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 27 maggio 2020, ultimo aggiornamento 29 maggio 2020

Documentazione

Opuscoli e Poster