Vista in salute è un progetto di screening straordinario mobile, finanziato dalla legge di stabilità 2019, che ha disposto un contributo straordinario triennale e dalla legge di stabilità 2021, che ne ha prorogato l’attività fino al 2023.

Il progetto è a cura della Sezione italiana dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB) e vuole sollecitare l’attenzione alle problematiche delle minorazioni visive, in particolare per la diagnosi precoce delle patologie retiniche.

Cosa prevede il progetto

L’iniziativa prevede visite gratuite nelle piazze delle principali città italiane a bordo di una grande struttura ambulatoriale mobile – un tir appositamente allestito– dotata di più postazioni, presso la quale è possibile effettuare gratuitamente controlli oculistici ad alta tecnologia su retina e nervo ottico, riservati a persone di età superiore ai 40 anni.

Gli esami diagnostici offerti (tomografia a coerenza ottica (OCT) e foto del fondo oculare,  autorefrattometria e tonometria) sono mirati principalmente alla ricerca del glaucoma, delle maculopatie e della retinopatia diabetica, che sono diventate le prime cause di ipovisione o perdita della vista in Italia, come negli altri paesi ad alto reddito.

Patologie a maggior incidenza

Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico, che trasmette le immagini visive dall’occhio al cervello. E’ causata da un’alterazione del flusso di umor acqueo  in entrata e in uscita dall’occhio che provoca generalmente un innalzamento della pressione oculare; pertanto quest’ultima andrebbe periodicamente controllata, anche se non si avverte alcun sintomo: generalmente infatti il glaucoma decorre “silenziosamente” e, se viene diagnosticato troppo tardi, la vista potrebbe in parte già essere compromessa, anche in maniera molto grave, a causa del logoramento progressivo del nervo ottico. Da qui l’importanza della diagnosi precoce per intraprendere le opportune cure.

Le maculopatie sono gruppo di patologie legate all’invecchiamento che colpiscono la macula, che è la parte della retina che serve a distinguere i particolari di un oggetto, a leggere e scrivere e alla percezione dei colori. Inizialmente si manifesta con lievi distorsioni degli oggetti fissati, ma con l’avanzamento della malattia può comparire al centro della visione una macchia grigiastra e si può anche arrivare a una cecità centrale, in cui si perde la possibilità di riconoscere ciò che si fissa, la capacità di lettura e scrittura. Oltre all’importanza dimostrata di una sana alimentazione, dell’assenza di fumo e di una corretta attività fisica è importante una visita oculistica all’approssimarsi della terza età.

La retinopatia diabetica è una frequente e pericolosa complicanza che interessa più del 30% delle persone affette da diabete. I valori elevati della glicemia tipici di questa patologia sono nocivi anche per la retina: l’azione degli zuccheri sui suoi vasi sanguigni, a lungo andare, può causare la perdita della visione. Per questi pazienti è dunque importante sottoporsi a controlli oculistici, soprattutto del fondo oculare, con frequenza diversa a seconda dei casi, anche per monitorare l’evoluzione del diabete. Seguire attentamente la dieta, la terapia prescritta e la giusta attività fisica possono contribuire a fermare o rallentare l’evoluzione delle complicanze. Nei casi in cui ciò non avviene, può essere necessario un trattamento laser specifico per bloccare l’evoluzione della malattia, o iniezioni periodiche di farmaci all’interno dell’occhio. Nei casi ancora più gravi si ricorre a delicati interventi chirurgici (vitrectomia).

Oltre allo scopo principale di prevenzione di queste patologie, grazie a questo progetto si potranno anche raccogliere dati epidemiologici che verranno poi utilizzati per avviare la costituzione di una banca dati nazionale, finalizzata a conoscere l’impatto delle patologie e indispensabile per lo sviluppo di politiche sanitarie pubbliche per la tutela visiva.


I dettagli del progetto e il programma delle tappe nelle diverse regioni italiane sono disponibili all’indirizzo www.vistainsalute.it.


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 10 dicembre 2021, ultimo aggiornamento 10 dicembre 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area