Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Salute della donna

Negli ultimi anni in Italia stiamo assistendo ad una crescente diffusione dei programmi di screening oncologici grazie allo sforzo compiuto sinergicamente dal Ministero della Salute e il Centro Controllo Malattie (CCM), le Regioni e l’Osservatorio Nazionale Screening.
La prevenzione oncologica è una delle priorità del Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018.

Nel novembre 2006 il Ministero della salute ha emanato le Raccomandazioni per la pianificazione e l’esecuzione degli screening di popolazione per la prevenzione del cancro della mammella, del cancro della cervice uterina e del cancro del colon retto che individuano come programmi di screening da attuare sul territorio nazionale:

  • La diagnosi precoce del cervico-carcinoma mediante Pap-test, per le donne comprese fra i 25 e i 64 anni
  • La diagnosi precoce del tumore mammario mediante screening mammografico, per le donne fra i 50 e i 69 anni
  • La diagnosi precoce del tumore del colon-retto mediante ricerca del sangue occulto fecale per gli uomini e le donne ogni due anni fra i 50 e i 69-70-74 o mediante sigmoidoscopia una volta nella vita o con intervallo non inferiore a 10 anni per le persone di 58-60 anni

Per approfondire consulta:


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 10 marzo 2008, ultimo aggiornamento 8 marzo 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area